Martis

I grifoni ritornano a volare in Sardegna

Dalla Spagna a Porto Conte, quattordici grifoni ripopoleranno le falesie di Punta Cristallo, all'interno del Parco naturale regionale di Porto Conte. Dopo un lungo periodo di ambientamento nel Centro di Recupero della Fauna Selvatica di Bonassai e nella voliera di Prigionette a Porto Conte, torneranno a volare sabato 14 i grifoni giunti dalla Spagna oltre un anno fa grazie al progetto Life "Under griffon wings" finanziato dall'Unione Europea e portato avanti dall'Università di Sassari in collaborazione con il Comune di Bosa, l'Agenzia Forestas, il Corpo forestale e il supporto della Regione Sardegna e del Parco di Porto Conte. Questo evento sarà il principale fattore attrattivo del prossimo weekend di Emozioni di Primavera. Due giorni che segnano anche seconda edizione dei "Giorni del grifone in memoria di Helmar Schenk" promossa dai progetti Life Under Griffon Wings, finanziato dal Programma Life dell'Ue, e Vivere il Parco realizzato con il contributo della Fondazione con il Sud. Il 13 aprile alle 10.30 a Casa Gioiosa un convegno dedicato al grifone mentre il 14 alle 11 l'Agenzia Forestas libererà il primo contingente di 12 avvoltoi spagnoli e i 2 grifoni olandesi donati recentemente dalla Zoo Artis di Amsterdam. In tutto saranno 62 gli animali immessi in Sardegna per favorire la rapida ripresa demografica della popolazione sarda di avvoltoio, residente principalmente a nel Bosano. Gli altri rilasci avverranno nel prossimo anno e mezzo nella zona tra Villanova Monteleone e Bosa. Il cosiddetto restocking è organizzato con la collaborazione della Vulture Conservation Foundation. L'apertura delle voliere sarà un momento particolarmente delicato. Per garantire il minor disturbo, l'accesso di Prigionette sarà chiuso al pubblico e si potrà assistere al rilascio solamente da Monte Timidone e da Cala della Barca con ingresso da Tramariglio, grazie a un servizio di accompagnamento su prenotazione curato dalla Cooperativa Exploralghero e dalla Uisp regionale (per prenotazioni scrivere a info@exploralghero.it).(ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie